#6-Zagora/l’arte del baratto

Luglio 2005 – Repubblica Dominicana.

Un’afosa giornata di luglio a Bayahibe, a sud est. Erano tipo le due del pomeriggio. Mentre la maggior parte dei villeggianti riposava all’ombra degli alberi per sfuggire alla calura io e Simo eravamo già oltre la sbarra d’ingresso del Resort con i nostri zaini; 500 metri più avanti una casa e un gruppo di anziani intenti a giocare a carte, almeno all’apparenza,nel silenzio più totale; a passo sicuro avanziamo verso di loro, certi che quello sarebbe stato il luogo ideale al nostro scopo.

“Hola Senor”

Un saluto di presentazione non guasta mai. Uno dei due si alza e fa cenno con la mano di seguirlo; eravamo certi di essere nel posto giusto e dentro di noi non vedevamo l’ora di aprire le danze; il tipo ci invita a sederci in un salotto dall’atmosfera”coloniale”, con parecchi quadri e statuette stile “voodoo”

“Muy bien! Allora ragazzi, che cosa avete portato?”

Tirai fuori due vecchie paia di scarpe Nike Pegasus usate dal sottoscritto.

“Queste qua in Italia costano 100 euro”

L’anziano le prende in mano, le scruta per bene e le valuta.

“Ti offro una statuetta nostra locale, pagana, fatta a mano”

Bella si, però sapete com’è…… le fatture sono sempre in agguato!!! Meglio non rischiare. Sarebbe stato da masochisti……

“MMM preferisco quel quadro li appeso in cima”

Una pittura enorme raffigurante un pescatore e la sua barca. I suoi 20-30 euro li valeva tutti. Ma non era quella la cosa più importante ma bensì il rituale del baratto, con la sua gestualità e modi. Comunque molto meglio un quadretto che una statuetta porta sfiga sul comodino!

“Affare fatto”

Un paio di scarpe bucate per un bellissimo quadro. Simo tutto contento portò a casa dei sigari in cambio di alcuni calzoncini da uomo. 

Trovammo la nostra prima esperienza di baratto una gran figata!

Zagora è una meta obbligata per chiunque esca/entri dal/nel deserto; la via principale offre un fornito mercato alimentare con tanto di macelleria, fruttivendolo e shops vettovaglie; inoltre numerosi bar e ristoranti offrono la possibilità di un meritato relax; subito dietro c’è la “zona artigianale” con garage vari e laboratori di ferro e legname; il pezzo forte è rappresentato dal garage “Chez Aziz”,una manna dal cielo per chi ha avuto rotture/guasti di vario genere sulla propria auto con riparazioni a prezzi che in Italia ce li sognamo(inoltre sono davvero in gamba, molto bravi! Basta che parcheggi di fronte all’entrata che uno dei meccanici ti scruta l’auto da capo a piede senza che tu gli abbia chiesto nulla).

Il baratto dicevamo. Avevo sentito che da queste parti i berberi ti davano questa possibilità. Giusto il tempo di mettere il piede a terra che un tipo con il turbante mi abborda con un ottimo italiano. Come detto qualche post fa questi marocchini con le lingue straniere ci sanno fare, vedesi Mustafa a Fes……

Ecco, proprio il classico atteggiamento che mi manda il sangue in ebollizione.

“Passo dopo”

Venti minuti dopo il berbero era ancora li che mi aspettava, sicuramente mi aveva preso come il giusto pollo da spennare.

“Hai delle medicine? Li c’è il mio shop, ti invito a trattare”

Guarda caso ne avevo un bel po’ dal mio ultimo viaggio in Rwanda/Burundi e quindi l’idea la trovai buona!

before...... Zagora
before…… Zagora

Appena entro due tizi con vestiti tradizionali berberi mi accolgono con tutti gli onori di casa e mi invitano a sedermi; proprio vicino a me anche i miei due amici di viaggio, Tonino e Roberto, stavano trattando in dialetto romano per una collanina del valore di 5 euro…….

“Eddai, non esiste proprio! A Roma questi li vendono a 2euro!”

Iniziai a tirare fuori il Polase, l’Oki, la Tachipirina etc……

“Messieur queste qui non le trovi a Zagora! Solo il Polase costa 35 euro in Italia”

Sarò smentito qualche minuto dopo visto che sulla scatola c’era ancora il prezzo originale di 5,30 euro…..

“Bene bene, scusami un attimo devo andare torno subito”

Al posto del tranquillo signore si presenta un tipo molto, molto diverso.

“Che cosa vorresti?”

Gli indico una tunica blu berbera tipica appesa appena dopo l’entrata. Mi invita a indossarla e, dopo averlo fatto, mi sentivo proprio un vero berbero…. mi mancava solo un cammello…..

“Sono 800 diram”

Che equivalgono a 80 euro…. pezzo di un matto!!!

Ma comunque non si parlava di baratto scusa?

“Tu ora dare a me medicine e più soldi!!!!”

Il tipo iniziò ad incazzarsi per non so quale motivo. Fondalmente sapevo che voleva fregarmi. Ad un certo punto mi spiazza totalmente dicendomi “FAI TU IL PREZZO!”

Mentre il berbero prendeva fuoco io pensai di aver capito male, magari intendeva dirmi quanto potevo valutare di nuovo le medicine. E invece no, quello era un baratto del cavolo. Lui indiavolato, io sorridente…..tanto sono io il cliente no?

Dopo aver messo in discussione la qualità della sua mercanzia ci accordiamo per 400 diram che, a pensarci, è sempre una fregatura ma chissè ne frega sono in Marocco e fatemi gustare un po’ le situazioni!

.....and After!! Zagora
…..and After!! Zagora

Poi rullo di tamburi finale:

“Ho i soldi in auto, bisogna che li vado a prendere”

“Ok lui ti seguirà fino all’auto”

Visto che mi trovavo in mezzo a una banda di estorsori ho pensato bene di fregarli, giusto un po’…..

“Si si, seguimi”

Arrivati davanti alla mia auto gli tiro fuori una maglietta Intimissimi, valore commerciale 8 euro.

-“Soldi non ne ho, se vuoi posso darti acqua o maglietta”

-“No no no,è vecchia!! (??????????????????????)

Ma se l’avevo comprata 2 mesi prima???

-“Questa qui?”

Maglietta a maniche lunghe Decathlon cotone riciclato.Valore 1 euro.

“Oui oui oui! Mi piace!!!!”

Anche nel mio piccolo ho fatto il mio affare!!!

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: