4#-Plage Blanche

Plage Blanche
Plage Blanche

Nello Yoga esiste una pratica in cui si effettua il famoso “Saluto al Sole”; la prima volta che stavo per effettuarlo mi scappava abbastanza da ridere ma nel momento in cui chiudevo gli occhi e sentivo la vocina che diceva”Ora immaginate il sorgere del Sole e il suo calore” il discorso cambiava; immaginavo con facilità la mia sagoma a forma di salame sulla spiaggia, il mare e l’oceano con tutti i gabbiani; a lato del mio pensiero “immaginario” c’era la mia Toyota.

Era l’11 aprile. Due settimane dopo mi svegliai dalla mia tenda con un sole che spaccava le pietre, tante orme di animali di vario tipo attorno, la mia Toyota e l’oceano: quando si dice”E’ il destino”!!!

Plage Blanche
Plage Blanche

Eravamo giunti in questo magico luogo dopo Km di deserto e panorami di una tristezza infinita; l’unica cosa divertente furono i militari che ci correvano dietro mentre attraversavamo una delle piste “vietate”a ridosso del confine algerino; per chi non lo sapesse le frontiere fra i due Paesi sono chiuse a causa della disputa che riguarda i territori del Sahara Occidentale. Mentre attraversavo una delle piste celebri della mitica Parigi-Dakar mi domandavo come facesse Laurence d’Arabia a “spararsi” tutti quei giorni in mezzo al deserto. Una palla mortale, l’unica cosa che trovai divertente era la guida; davanti a me era tutto monotono con un paesaggio brullo e nulla più(niente dune li ma solo piste dure); alcune volte ero talmente annoiato che rischiavo di addormentarmi!!

Plage Blanche
Plage Blanche

Fortuna la Plage Blanche dicevo! 40km di spiaggia raggiungibili dalla cittadina di Tantan proseguendo sulla N1; da qui dopo 30km di off road si arriva sulla spiaggia ma ATTENZIONE; il caso volle che in quel momento l’esercito marocchino insieme a quello americano stessero giocando alla guerra con carri armati etc proprio dove avevamo intenzione di andare!! Visto che è una zona molto poco frequentata nessun militare si aspetta una carovana di mafiosi italiani da quelle parti, quindi non è difficile che una pallottola ti possa sibilare a fianco della tua auto( alla peggio ti infilza la carrozzeria come fossi uno spiedino). Ma sapete com’è… siamo in viaggio… che senso ha farsi impallinare come fagiani durante la stagione della caccia?. Fortuna che esiste un’altra strada segnata sulla mappa che, dopo 40 minuti, ci consegna nelle braccia dell’oceano! Finalmente un po’ d’aria fresca, finalmente un ambiente diverso!!

Cesira on the Plage Blanche
Cesira on the Plage Blanche

Oltre al fatto che non esiste anima viva al di fuori dei pescatori, questo magico habitat è uno delle poche spiagge al Mondo su cui è possibile affondare le ruote dei 4×4 senza che nessun bagnino incazzato scenda dalla torretta per redarguirti!!

Durante quel giorno eravamo venuti a conoscenza degli orari della bassa marea: dalle 9 alle 11 del mattino.

“Date Gas e via!”

Ore 8.50.

Le nubi iniziarono a incombere sulle nostre “capocce”(Il Sole tanto evocato dallo Yoga scomparve in un lampo); il vento iniziò a soffiare intorno ai 15 nodi; i gabbiani cazzeggiavano beati sulla riva pianeggiante; sulla destra bellissime dune rendevano il momento magico. Mentre mi accingo a salire in auto noto che la mia Toyota è piena di alghe ed emana una puzza di pesce avariato; il giorno prima, sul letto di un fiume in secca adiacente alle dune, mi ero divertito a sporcarla per bene rendendola ancora più bella……

Plage Blanche
Plage Blanche

Accendo il motore, rullo di taburi e si parte!! Inizio ad accelerare gradualmente facendo in modo che le ruote appoggino per bene sul fondo; nel giro un minuto “volavo” alla velocità di 110km/h sulla sabbia; mentre i gabbiani si scanzavano all’arrivo “dell’artiglieria pesante” una sensazione di libertà mi avvolgeva durante la guida! Nessuno davanti a me: solo io, il mare, la sabbia, le dune e…… qualche pescatore solitario ai lati che era meglio evitare per evitare una strage di innocenti!! Gran figata davvero, forse il momento più bello di tutto il viaggio!!

Fisherman's house-Plage Blanche
Fisherman’s house-Plage Blanche

Alla fine del tratto sabbioso mi inerpico su una collina e il paesaggio che mi si presenta davanti è qualcosa di insolito che non mi aspettavo; le colline di fronte e me erano ricoperte di un rosso porpora che rendeva il tutto davvero suggestivo, da cartolina!!

La mia auto era diventata un carrello del banco “pesce fresco”; un granchio cercava disperatamente di ritornare nell’oceano mentre per oscuri motivi era stato catalputato sulla cappotta della Toyota….

Un luogo che vale tutto il viaggio dicevo!! Mi raccomando: se sarete tra i miracolati che potranno assistere a questo imponente spettacolo naturale ricordatevi di fermarvi dai pescatori locali; chiedetegli del pesce fresco per la sera e ditegli dove vi accamperete; puntuali arriveranno con il cibo e vi faranno la griglia proprio davanti a voi.

Il pesce sulla griglia più buono che io abbia mai mangiato!!!!

Plage Blanche
Plage Blanche

3 Comments on “4#-Plage Blanche

    • Salam!! Intanto grazie per il commento( se sei Marika mi ricordo di te, ci siamo visti al campeggio con Eugenio!). Oggettivamente è stata l’emozione più bella che mi ha regalato il Marocco, se avessi avuto la possibilità ci sarei rimasto più tempo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: