2#-FES

“Tutto il Mondo viene a Fes” – Mustafa

Fes-veduta della conceria
Fes-veduta della conceria

Questa città è il classico esempio di come il Marocco stia facendo quei famosi passi da gigante di cui ho parlato nell’introduzione al viaggio. Se per anni è stata portata”allo sbando”(sia a livello culturale che urbana) il “Grande Re” ha cambiato le carte in tavola dando una notevole spinta per la ripresa di un luogo importantissimo per il mondo islamico. 360 moschee nella sola medina e la scuola coranica più importante al Mondo: ecco come si presenta Fes!

Una bellissima medina, un gran casino “moderno” intorno!

Ho sempre pensato che per capire una città, un popolo o un Paese devi per forza avere il contatto umano con gente locale. Non puoi pensare di prendere una Lonely Planet(ad esempio) e convincerti che sai proprio tutto: ognuno ha un proprio punto di vista! E poi sei davvero sicuro di ciò che è scritto li? Ah dimenticavo: se non scendi mai dalla tua auto vale lo stesso discorso……

Personalmente ci sono due personaggi che mi hanno mostrato le diverse facce del Marocco, entrambi di Fes: Mustafa e un paraculo di cui non ricordo il nome. Inconsapevoli mi hanno mostrato uno dei tanti lati di questa Nazione multietnica.

Popolo che vai, differenza che trovi……

 

 1 -L’ARTISTA

Immaginatevi per un attimo di camminare lungo una via in leggera discesa. Intorno a voi ci sono negozi ovunque con i proprietari che ad ogni passo che fate vi invitano all’acquisto; siete in un Paese straniero e pensate che nessuno vi conosca ovviamente; armati della vostra macchina fotografica fate degli scatti per immortalare le scene di vita comune; siete contagiati dall’atmosfera che in poco tempo vi prende in pieno in una calda giornata di fine primavera….

E’ la stessa situazione in cui si è trovato Max. Ad un certo punto qualcuno grida il suo nome mentre il “protagonista”della vicenda rimane per qualche attimo allibito. L’accento non era di nessuno del nostro gruppo quindi chi poteva avercela con Max?

“Mustafaaaaa….aaaaa…….aaaaaa”

Il suo tono di voce era un misto di sorpresa e incredulità! Messieur Mustafa ha vissuto per ben 12 anni a pochi isolati dal buon Max, nella bergamasca; che io mi ricordi si salutavano saltuariamente quando si beccavano fuori casa,niente dipiù. Si procurava il pane lavorando come lavapiatti, manovale e qualsiasi lavoro manuale li possa venire in mente; ammucchiato un discreto gruzzolo il nostro uomo torna in patria a Fes ed apre un proprio negozio di bigiotteria!

Il mondo è proprio piccolo! Ma il buon Mustafa doveva ancora terminare la sua perfomance.

Fin da quando ero piccolo esisteva il mito del “marocchino” che vendeva in spiaggia. E diciamolo pure, in ogni mercato che si rispetti loro ci sono! Professionisti della vendita, ce l’hanno nel DNA. Cavie dell’esperimento sono i mitici Mauri e Ida che, almeno all’inizio, entrano nella bottega giusto per curiosità.

“Tutto il Mondo viene a Fes, oggi non ci sono molte persone perchè abbiamo avuto il pieno ad Aprile per Pasqua. Insieme a Natale sono i periodi con più turisti in assoluto. Sono contento di essere tornato qui, noi abbiamo un grande Re”.

Chiaro come il sole Messieur “Io parlo 5 lingue”(ed è vero), mentre illustra alle cavie di turno la mercanzia con giochi di prestigio per autenticare la qualità del suo oro, argento e mirra…….

“Vedi, con questo test hai visto che questo è argento vero, e questo no. Chiaro no?”

Mauri e Ida rimangono incantati “dall’artista”nonostante “MMM non sono sicuro”, “Ma mi sta bene?”,”Me sembra finto”. Alla fine 300 dimar per lui, 300 per lei( 30 euro circa)

“Giusto perchè c’è il mio amico Max per voi prezzo speciale”

Già, la regola dell’amico! A Porto Recanati avrei contrattato al massimo per 2 euro…………

“Hey, mi sta bene no?” chiede Mauri

“Sembri proprio un vero Imperatore con stò braccialetto”

E già!! E bravo Mustafa!!!

 

2-E’ TUTTA UNA QUESTIONE DI SOLDI

Odesa, Ucraina. Estate 2008.

Dopo ore di autobus arrivo alla fermata della città dopo 8ore di viaggio, alle 4.45 del mattino. E’ buio pesto e, aprendo la mappa, cerco di capire dove mi trovo per risalire al mio ostello. Guarda caso la via che cerco sulla mappa non c’è e quindi inizio a prepararmi alla lunga nottata senza riferimenti, la fuori. Ad un certo punto alla fermata sento un “toc toc”dietro le spalle. Un ragazzo di nome Sergej mi ha visto in difficoltà e vuole aiutarmi. Fino alle 9 del mattino, a piedi, si offre di farmi da guida per la città raccontandomi di Odesa e della sua storia; infine mi guida fino all’Ostello; una foto insieme, una grande stretta di mano; uno “Spasibo” grosso come una casa da parte mia. Lo fece per puro piacere, non mi chiese un euro.

Saranno state le 18 circa. Dopo la spettacolare vendita di Mustafa Mery propone una visita a una delle concerie; Fes è famosa per la lavorazione della pelle. In vita mia non ne avevo mai vista una e quindi la cosa mi garbava assai…..

C’è solo un piccolo problema: nella Medina ci si perde facilmente! Una serie infinita di “labirinti” la caratterizzano, quindi anche una persona che è stata varie volte li può avere delle difficoltà. Ad un certo punto ecco spuntare dal nulla un ragazzo che si propone di accompagnarci; essendo dietro al gruppo non avevo idea se Mery lo avesse ingaggiato per portarci nella famosa conceria(la vedevo un po’ in difficoltà). Il tipo abbandona la sua bancarella e inizia una corsa disperata. Si, una maratona!! Ogni tanto si fermava per vedere dove eravamo, per poi ripartire a tutto gas. Era abbastanza nervoso il tipo,si guardava di qua e di là come se dovesse stare attento a qualcosa o a qualcuno magari (lo capirò solo successivamente). Mi trovavo sempre di fronte al gruppo con il “fuggitivo” fino a quando finalmente ecco la conceria! Ma che bella!

Appena entri ecco il proprietario che ci da il benvenuto e ci accompagna di sopra. Ovviamente non vedeva l’ora che qualcuno acquistasse qualcosa ma a noi del gruppo fregava poco! Arrivati sulla terrazza vedo una scena dell’altro mondo: ragazzi scalzi in mezzo alle sostanze chimiche che lavoravano le pelli da conciare. La puzza della conceria a cielo aperto arrivava fino ai nostri nasi; sulla sinistra un corso d’acqua in cui riversavano tutta la merda. Nemmeno quando lavoravo in galvanica avevo visto tanta….come dire….. davvero non ho aggettivi! Sicuramente qui non hanno i controlli della ASL……

Finito lo spettacolo cerchiamo di filarcela a gambe levate, lo staff stava iniziando a fare pressioni per l’acquisto e noi ne avevamo le balle piene. La fuga del mio gruppo va alla grande ma, per mia sfortuna, io rimango dietro per le scale nel traffico…… Ho tutto il tempo per vedere la faccia incazzata della “guida abusiva”che chiedeva a gran voce dei soldi. Per mia sfortuna ho inteso troppo tardi che nessuno dei nostri aveva ingaggiato quello sfigato MA nonostante ciò il marocchino voleva la ricompensa. Iniziò ad alzare la voce cercando di rincorrere il gruppo dei fuggitivi.

“Venite a vedere l’olio di Argan!”

Non ci fu risposta. Dopo l’ultimo tentativo il tizio esplode, pronto a mettere la mani addosso a qualcuno. Gli altri ormai erano parecchio avanti, dovevo vedermela io con lo sfigato. La sua richiesta era di 100 dirham. Gliene diedi 50(5 euro) per levarmelo dalle balle, mandandolo a quel paese.

Poi Mery mi spiegò come vanno le cose li: nella Medina ci sono tantissime guide abusive “in borghese” che, a scapito di quelle ufficiali che pagano le tasse, si offrono per dei giri turistici. Capii anche perchè insisteva nella sua “falcata” da maratoneta: se vengono beccati dalla polizia(sempre in borghese) li riempiono di botte e calci fino a farli svenire.

Tutto chiaro no? O i soldi o i soldi!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: