8°/9° day: Goby Discovery 2 – Bayanzag – Secret of Ongi

 

 

Una sagoma blu se ne stava li nei pressi delle nostre auto/moto. Con se aveva una ciotola piena di qualcosa ed un cucchiaio. Appena vide che noi tutti eravamo pronti alla partenza si avvicinò al mio fuoristrada e voilà, ecco che me la battezzò con l’acqua benedetta mongola chiamata AIRAK. Un pò alla volta mi versò il mitico liquido bianco sulla ruota. E poi di fila anche gli altri mezzi e moto ebbero lo stesso trattamento. In pratica era un segno di buon auspicio ma chissà perchè ne io e ne i miei colleghi  eravamo dello stesso avviso, lo vedevamo come un rito abbastanza “sinistro”.

In effetti 35 minuti Maurizio finisce la benzina……….

Superato il mercatino di Hoolt viaggiamo spediti per circa 4 ore per poi arrivare nel primo pomeriggio nei pressi del sito archeologico di Bayanzag. Di li a 400m sorgeva il nostro campo Ger chiamato ” Gobi Tour “. Al suo ingresso un enorme dinosauro ci dava il benvenuto.

L’ area archeologica in questione ha restituito all’umanità una gamma infinita di resti fossili di dinosauri, tra cui il mitico T-REX. Ma in quel momento l’unico mio pensiero era quello di una bella doccia e di un pò di riposo. Ma li a 2 passi c’era un canestro e un piccolo campetto. Sole torrido, afa, stanchezza, sabbia su tutto il corpo, sudiciume vario….  ma niente poteva fermarci. 2 contro 2. Io e Marco contro Maurizio e un mongolo locale che lavorava nel campo ger. 1 ora e mezza passata a giocare a basket. Per fortuna che non c’ erano spettatori visto che stavamo mostrando uno spettacolo indecente. Alla fine di questo duello all’ ultimo sangue Maurizio e il mongolo ne escono vincitori dopo una gloriosa rimonta.Io ne sono uscito con 2 enormi vesciche sotto i piedi…..

2 ore dopo eccoci pronti alla camminata verso il sito archeologico. Passata la “dogana” dei venditori ambulanti entriamo dentro camminando su e giù per la vallata. Un discreto spettacolo ma sinceramente avevo visto di meglio.

Per fortuna che ad allietare la giornata c’ erano i nostri discorsi. Essendo un gruppo molto compatto, capitava spesso di parlare di tante cose tra cui le varie etnie, razze e religioni. Simone ci stava facendo un riassunto delle sue esperienze in Israele e da come ne parlava non ne era rimasto molto entusiasto.  Anzi, gli abitanti della Stella di Davide gli stavano proprio sulle balle. Mentre il discorso era entrato nel vivo ecco che una ragazza con la mia stessa carnagione ci passa davanti e in inglese ci fa ” Stavate parlando di Israele?”

Gelo. Per fortuna che con la mia bella faccia da cavolo mi difendo con il famoso sorriso Colgate dicendogli ” Oh, i haven’t ever been there but im sure Israel is an amazing country “. Certo, forse lo è, ma quando ero stato in Libano mi avevano detto decisamente il contrario……..

 

Il giorno dopo, freschi e riposati, ci spostiamo in direzione del campo ger ” Secret of Ongi”

La Mongolia, come accennato in precedenza, non è un luogo per gli amanti dell’ architettura e dei monumenti ma in questa occasione avremo modo di visitare uno dei pochi monasteri rimasti in piedi dai bombardamenti russi. In quell’ occasione, 300 monaci persero la vita mentre 1200 vennero presi e costretti ad arruolarsi nell’ esercito sovietico oppure a marcire nelle carceri siberiane.

Il campo Ger ” Secret Of Ongi ” era davvero di categoria ” deluxe “. Sembrava di stare dentro un Resort. Struttura meravigliosa con le sembianze di un tempio, pozzo artesiano, lavanderia, ristorante con piatti tipici mongoli/europei, zona massaggi, bagni superlativi, possibilità di tour organizzati e molto altro. Intorno l’ ambiente era davvero stupendo.

Erano le 2 del pomeriggio e mi sentivo decisamente fresco. Da un pò di giorni non ero riuscito a fare un pò di movimento e quindi quella era l’occasione per farmi una bella camminata. Quando sei on board 5/6 ore al giorno i muscoli diventano rigidi come legni e quindi, almeno i miei, necessitano di un pò di moto.

Dopo aver guadato il fiume che si trovava di fronte al campo mi dirigo in direzione nord scalando tutte le vette rocciose intorno. Ho passato 3 ore camminando nel nulla accompagnato da un silenzio surreale. Ogni tanto potevo beccare le voci dei mongoli che facevano il bagno a circa 5km di distanza. Dopo aver passato una fattoria abbandonata vedo luccicare un qualcosa in mezzo a una collina poco distante dalla mia posizione. Mi avvicino, prendo la macchina fotografica utilizzando uno zoom da 300mm e voilà, ecco l’amico Buddha ricoperto d’ oro ( ? ). Spinto dalla curiosità, attraverso di nuovo il fiume arrampicandomi fino alla mitica statuta, nascosta fra le rocce ed invisibile dal campo Ger.

Noi abbiamo il Crocifisso, loro il Buddha. Sicuramente tra i 2 quest’ ultimo spicca di più dal punto di vista scenico ma….. hanno una cosa in comune: le offerte! Ai piedi del mitico omino d’ oro ho contato circa 300 tkr…… 5 euro.

1 ora dopo insieme ai miei colleghi ci dirigiamo nei pressi del tempio di Ongi. La custode ci apre le porte e ci fà entrare dentro obbligandoci a toglierci le scarpe.

Aria nuova e salubre. I miei calzini avevano l’ aspetto di un asciugamano per tutta l’ acqua assorbita nel fiume…….

Per puro caso decido di entrare camminando dentro il tempio in senso orario. Guardo le belle immagini, i tappeti, il mitico Dalai Lama, il cartello con scritto ” photos 10$ ” e l’ immancabile scatola delle offerte ( ma va? )….. nessuno mi dice nulla. Dopo di me ecco Sauro  che però sceglie il giro anti- orario. Prontamente la custode glielo fa notare e lo obbliga a cambiare rotta. Il motivo rimane un mistero.

Non si finisce mai di imparare!

Coming up -> 10/11° day:  Secret Of Ongi – Kharkorin – Hoyr Zagal

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: